Esprit D’Air: arriva il nuovo singolo

Eccoci tornati per l’anno 2018 con tante novità. La prima è il nuovo singolo degli Esprit D’air che sarà disponibile dal 26 gennaio 2018 in tutto il mondo. Il singolo Starstorm riprende una versione rimasterizzata del brano omonimo che è già stato possibile ascoltare in Constellation di cui abbiamo già parlato in passato e del quale è possibile leggere la nostra recensione.

starstorm
Starstorm – Esprit D’Air

Il singolo, come già detto, è stato rimasterizzato  Metropolis’ Stuart Hawkes, che ha lavorato con i maggiorni artisti Giapponesi quali MiyaviSugizo (X Japan, Luna Sea), e Mika Nakashima. 

Al momento è possibile preordinare la versione digitale dall’account Bandcamp della band.

Oltre ciò vogliamo ricordarvi le date del tuor nel Regno Unito che potrete trovare elencate qui di seguito.  Quanti di voi saranno presenti?

Mon 5 February – The Underworld Camden, London
Tue 6 February – Buffalo Bar, Cardiff
Wed 7 February – Mama Roux’s, Birmingham
Thu 8 February – Aatma, Manchester
Fri 9 February – Jumpin’ Jacks, Newcastle
Sat 10 February – Rockmantic Weekender, Carlisle
Sun 11 February – Audio, Glasgow

Annunci

8 buone ragioni per regalare un libro a Natale

Ebbene ci siamo. Mancano solo poche ore al Natale e la frenesia degli ultimi regali è alle porte.

Ora essendo il nostro blog fraquentato da numerosi lettori, possiamo immaginare che molti di voi abbiano deciso di scegliere come regalo di Natale proprio un libro, altri, forse quelli di voi che ancora mancano di qualche regalo, potrebbero forse valutare proprio questa scelta. Ma perché proprio un libro? Ecco ben 8 buone ragioni, o almeno quelle che abbiamo selezionato noi.

  1.  Perché ve ne è un’ampia scelta.
    Ogni persona è diversa, si sa. Ma è anche vero che ci sono molteplici generi di libri e di certo non sarà impossibile trovare qualcosa di adatto a un amico, un familiare e perché no? Anche per la persona amata. Magari anche con una bella dedica in prima pagina.
  2. Perché può mandare un messaggio o un insegnamento.
    Che sia un regalo per i più piccoli o per i più grandi, un libro può contenere all’interno delle sue pagine una morale o in linea generale anche un messaggio che può essere rivolto al destinatario. Le vicende del protagonista o dei personaggi del racconto possono, possono essere di ispirazione o fare da monito per affrontare gli eventi che il vostro amico può trovarsi ad affrontare nella vita reale.libri-natale
  3. Perché può farti compagnia, sempre.
    Anche quando la linea internet ti abbandona. Un libro non è limitato dall’autonomia della batteria. Un libro può venire con te nella borsa o nello zaino. Può farti compagnia sull’autobus, in vacanza, la sera prima di andare a letto. E non consuma giga.
  4. È un regalo che non invecchia mai.
    Siamo onesti, un libro è sempre attuale. Non c’è una sola occasione in cui un libro possa risultare fuori  luogo. Era un ottimo regalo trent’anni fa, è un ottimo regalo oggi e lo sarà ancora fra altri trent’anni.
  5. Perché è un compagno di viaggio.
    Un libro ti può portare in tantissimi luoghi, vicini e lontanti, reali o di fantasia che siano. E perché no, magari può essere il compagno di  ideale per quel viaggio tanto desiderato o potrebbe essere addirittura la fonte di ispirazione del viaggio stesso. Dopotutto, chi non ha desiderato di vedere i luoghi descritti nel suo racconto preferito?
  6. Perché non ne hai mai abbastanza.
    E qui chiamo a raccolta tutti i lettori assidui. Quelli che hanno gli scaffali pieni, quelli che hanno tre o quattro volumi in attesa sul proprio comodino da essere letti, quelli che, nonostante tutto, ogni volta che entrano in libreria portano sempre un nuovo amico a casa. I libri, si sa, non sono mai troppi per coloro che amano leggere.
  7. Perché fa sognare
    C’è davvero bisogno di spiegarla? Quante volte ci siamo ritrovati con personaggi dei nostri libri preferiti a vivere le stesse avventure che stavano vivendo loro? Quante speranze, sogni, abbiamo condiviso con i protagonisti dei vari racconti?xmascarol
  8. Perché è un pensiero per chi lo riceve, ma racconta anche di chi lo regala.
    Chi fa quelli che sono soliti ragalare un libro ne ha mai scelto uno che non gli aggrada alzi la mano. Siamo onesti, sebbene si cerca sempre di accontentare chi riceve il regalo difficilmente scegliamo un libro che non piaccia anche a noi. Magari proprio perché quel libro lo abbiamo letto e, in un certo qual modo, ci ha fatto pensare all’altra persona.

Ecco le notre ragioni, ma possono essercene molte altre. Fateci conoscere le vostre, se non le abbiamo menzionate e perché no, fateci sapere se quest’anno avete regalato dei libri a Natale, quali avete scelto e quali invece avete ricevuto in dono.
Nel frattempo, vi auguriamo

Buone Feste!

Torna Luca Rossi e i Rami del Tempo

Di Luca Rossi avevo parlato tempo fa, non in questa sede, ma ai tempi in cui ancora scrivevo recensioni per una diversa testata, già menzionata su questo blog in passato.

I Rami del Tempo è probabilmente la saga di maggiore successo di questo autore che trae le proprie origini dalla piattaforma the incipit e dalle opere Energie della Galassia e Emozioni nella Nuvola, di cui avevamo già parlato, ma per cui coglieremo l’occasione per farne ancora mensione.

Ma tornando ai Rami del Tempo, da oggi sarà finalmente possibile acquistare il terzo volume della Saga dal titolo Il Segreto della Sorgente. 

Luca Rossi - Il Segreto Sorgente - Cover
Il Segreto della Sorgente
Luca Rossi

Sono in molti a credere che lei sia quella giusta, l’Erede della Luce, colei che, in un universo dominato dalla scienza e dalla tecnologia del Pre​sidente Molov, risveglierà la parte più profonda degli individui. Ne è convinta la sua compagna Miril, hanno fede in lei la mutante Ipsia e il Maestro Elor e soprattutto gli abitanti delle Terre Libere di Vaior, l’ultimo baluardo di vera libertà. Ma a non credere in sé stessa è proprio Lil, distrutta dai sensi di colpa per la scomparsa del suo mondo e incapace di fare i conti con un destino che le ha già portato via quasi tutto.
Eppure per Lil non c’è più tempo. Nelle Terre Libere nulla è come appare. Valika, sua futura guida spirituale, è la prima ad aver rinnegato gli ideali più puri e il fanatismo delle vestali del Santuario, unito alla brama senza fine di beni materiali, minaccia lo scoppio di una guerra fratricida.
L’unica soluzione è raggiungere la Sorgente di cui parla un’antica Profezia. Ma a sbarrar la strada a Lil è il peggiore dei pericoli nei quali possa imbattersi un essere vivente, la negazione stessa della vita. E proprio coloro di cui ha più bisogno saranno i primi a tradirla.

Se avete già letto i volumi precedenti, vi consigliamo dunque di acquistare subito la vostra copia (o noleggiarla per il programma kindle unlimited). In via alternativa potete acquistare anche i volumi precedenti I Rami del Tempo e L’erede della Luce, quando a noi, cercheremo di fornirvi le recensioni dell’intera saga al più presto.

Kaya: calendario 2018 disponibile per il preordine

Arriva dicembre, ma noi pensiamo già al nuovo anno. O almeno Kaya ci pensa e ci propone il suo nuovo calendario che potete trovare qui sotto.

Il calendario, già disponibile per il preordine su CDJapan è in formato A3 ed è composto da ben 16 pagine a colori e sono autografati.

kaya2018 calendar
Kaya Calendar 2018 w/ Handwritten Autograph [Calendar 2018] / Kaya

The THIRTEEN: ecco lo spot con l’MV di BITES THE BLACK

Il 25 ottobre uscirà il primo EP dei The THIRTEEN, la band che ha visto il suo debutto lo scorso marzo formata da Mao e Mizuki dei Sadie, EVIL MAD SCIENCE

La versione limitata comprende 5 canzoni più l’mv di BITES THE BLACK, mentre la versione normale contine una traccia extra, esattamente la quarta  Junky Monkey Boogie Down.

EVIL MAD SCIENCE lim
EVIL MAD SCIENCE [w/ DVD, Limited Edition] / The THIRTEEN
EVIL MAD SCIENCE regular
EVIL MAD SCIENCE [Regular Edition] / The THIRTEEN

Da pochi giorni la band ha inoltre diffuso il video promozionale per la traccia BITES THE BLACK che potete visualizzare qui di seguito. Esso mostra chiaramente la direzione in cui intende evolversi la band, ovvero una serie di atmosfere cupe che rispecchiano anche il testo della canzone stessa.

Inoltre è stato programmato un tour nazionale che partirà il 4 novembre e si concluderà in  data 3 gennaio 2018.

Short Tour 2017-2018 – EVIL MAD SCIENCE

11-04  Kashiwa ThumbUp [MAP]
11-05 Yokohama BAYSIS [MAP]
11-12 Sendai HooK [MAP]
11-22 Nagoya HeartLand [MAP]
11-26 Hamamatsu FORCE [MAP]
12-15 Fukuoka DRUM SON [MAP]
12月17日(日) – Osaka DROP [MAP]

TOUR FINAL
2018- 01-03 Shinjuku ReNY [MAP]

BURRN! presenta DIR EN GREY

BURRN-PRESENTS-DIR-EN-GREY-NEOBK-2138248
BURRN! PRESENTS DIR EN GREY (Shinko Music Mook) / Shinko Music Entertainment

Una quick news per tutti i fan dei DIR EN GREY.

La Shinko Music Entertainment ha pubblicato un numero speciale di BURRN! completamente dedicato alla band.

In formato A4 per 112 pagine, BURRN! PRESENTS DIR EN GREY raccoglie al suo interno una sorta di biografia della band, una serie di interviste, foto esclusive e la discografia dettagliata.

Inoltre vi è una sezione dedicata a progetti passati e presenti con una finestra su quelli che sono gli obiettivi futuri e le novità che la band ha in mente per la propria carriera.

Call of Cthulhu sarà un film? Dipende anche da te.

Molti dei lettori di questo blog sono appassionati del mondo dell’orrore e ne abbiamo avuto la conferma per il grande seguito che ha avuto (e sta ancora avendo) la rubrica legata al mondo di H.P. Lovecraft.  E proprio a proposito di Lovecraft siamo venuti a conoscenza di un progetto molto interessante che verte a realizzare un film ispirato proprio al celebre mostro cefalopode creato dalla penna dell’autore di Providence. Abbiamo quindi contattato l’ideatore e lo abbiamo invitato a raccontarci di sé e di come tutto ciò abbia visto la luce.

Walter Rastrelli è un giovane filmmaker della provincia di Napoli e un’aspirante regista. Di sé ci racconta.

 La passione per il cinema e per la regia nacque in me all’età di 8 anni, e da allora non s’è mai fermata – anzi, è cresciuta esponenzialmente d’intensità! – ma non mi definisco ancora un “regista”, nonostante abbia firmato diversi cortometraggi negli ultimi 5 anni. So cos’è il Cinema, so cos’è la Regia e so come applicarla, ma ho ancora molta strada dinanzi a me. “Filmmaker” per gli inglesi e americani è già un regista, io invece lo voglio intendere nella concezione più umile del termine. 

Il cinema per Walter è la sua vita

Forse non guardo moltissimi film, ma quando sto su un set mi sento veramente vivo.

Negli ultimi anni, insieme ad alcuni amici Walter ha dato vita ad un’associazione culturale dedita alla realizzazione di cortometraggi e prodotti audiovisivi in generale, la Drazil Production.

Il nostro ultimo cortometraggio, “Linea Oraria“, visionabile su YouTube, è andato molto forte in Canada, facendoci portare a casa 11 premi in diversi festival minori. Per una realtà che si muove a budget zero, spinta solo dalla passione, vuol dire molto.

Walter ci racconta anche qualche piccola curiosità su se stesso, della sua storia personale.

 Non l’ho detto prima, e l’ho detto a poche persone, ma mi avvicinai al Cinema in così giovane età per un problema che nacque in quegli anni della mia vita: ero balbuziente e “parlare con le immagini” mi risultava più facile, effficace ed immediato. Feci, come si suol dire, necessità virtù. Ora balbetto molto meno ed è difficile farmi stare zitto, alle volte (anche se sono un amante del silenzio – non si direbbe, eh?), ma l’amore che nutro per il Cinema non è mai scemato.

Con il tempo, esattamente all’età di 16 anni, nacque un altro grande amore, quello per Lovecraft. Entrai in contatto con il Solitario di Providence per puro caso. Fu una strana e piccola concatenazione di eventi a dare il via – una semplice spinta alle tessere di un domino – a quello che è il progetto più importante della mia vita (fin’ora! – spero). Amo la musica metal e, un giorno, stavo ascoltando “Call of Ktulu” dei Metallica. Al che pensai “ma ‘sto Ktulu cos’è?”. Wikipedia venne in mio soccorso e lessi… Lessi del mostro, lessi di Lovecraft, lessi del mito… Lessi molte cose che archiviai in una sezione del mio cervello. La sezione “notizie random di poco conto”. Sono metallaro, ok, ma i Metallica non mi piacciono e lasciai perdere il tutto. Un po’ di tempo dopo, ad Aprile, pochi giorni prima del mio compleanno, venne mia zia a casa e mi chiese “Walter, per il compleanno cosa vuoi?”. Non so come, non so perché, sarà stato il fato, sarà stato il destino, sarà stato un mistero, ma in mente mi tornò quel nome. Cthulhu. Come la Lenora di Poe, fu l’unica parola che riecheggiò nella mia mente. Cthulhu. Amo leggere, quindi dissi: “Zia, c’è questo libro… “Il Richiamo di Cthulhu“… Se nel caso lo trovi, mi farebbe piacere!” Mio padre, che era lì presente, con fare distratto disse: “Guarda che sta lì, nella libreria.” Ora non so se è il ricordo che ho costruito attorno alla vicenda o davvero andò così, ma mi parve che il tempo si fermò per un attimo. Guardai la mensola in alto della libreria e c’era questa fila di libricini bianchi molto vecchi, di quelli che uscivano in edicola a 1000 Lire. Salgo su una sedia, leggo i titoli… Il Richiamo di Cthulhu, ecco qui. Prendo tra le mani questo strano, piccolo libricino bianco. La copertina non mi ispirava proprio. Niente. Anonimo come poche cose. Ok… Sarà. I Metallica hanno scritto una canzone su questo… coso, quindi sarà importante.

21728753_2003543576544024_7398064508518428054_oDivorai il libro in una notte. Ci rimasi un po’ male nello scoprire che il racconto era molto breve, 33 pagine, ma subito dopo ne iniziava un altro: “La Maschera di Innsmouth“. Quelle pagine mi scossero dentro. Mossero qualcosa in me e quei racconti diventarono un pensiero fisso nella mia mente. A sedici anni uno pensa alle ragazze, io pensavo ai mostri dalla testa cefalopode.
Amavo il Cinema. Amavo Cthulhu. E allora facciamo un film su Cthuluh!
Nonostante la passione per la fisica è nata in me solo di recente, al liceo facevo proprio schifo, e il fatto che passavo le ore delle lezioni a studiare una scaletta per incastrare i due racconti, non giovò al mio rendimento scolastico. Fatto sta, che nel corso degli anni, scrissi la sceneggiatura più fedele mai realizzata basata su quei due racconti. Neanche l’adattamento del 2005 della H. P. Lovecraft Historical Society era così fedele. “E ora? Come lo realizzo?”.
Misi le 90 pagine di script duramente partorite in un cassetto e lasciai perdere il tutto. In realtà no, non lasciai mai perdere Cthulhu e Lovecraft e l’idea di realizzare quel film divenne un’ossessione. Realizzarlo in live action era\è pressoché impossibile. Allora, dato che avevo (ho) discrete conoscenze di animazione 3D, l’idea di realizzarlo così fu un fulmine a ciel sereno nella mia mente. E la mia vita si stravolse. Di nuovo.
Contattai immediatamente il mio caro amico Domenico “Domeddi” Esposito e iniziammo a lavorare sia ad uno storyboard che alla realizzazione di una campagna di raccolta fondi per permettere l’avvio del progetto. Nel 2012 andai a studiare Cinema a Roma, e conobbi molte persone del settore, tra cui Dèspina Anogiati che ha realizzato le animazioni del teaser. Misi quindi su un team e, in circa tre-quattro anni, siamo riusciti a partorire questo “breve-ma-intenso” teaser trailer. Ci tengo a precisare che ci abbiamo messo così tanto non per incapacità o mancanza di mezzi, ma solo perché la “fortuna” non era dalla nostra parte e una lunga serie di eventi, tra i più sfortunati e tristi, hanno rallentato il tutto.
Ma ora ogni cosa è pronta e, il 23 di questo mese, dopo cinque mese di pubblicità su Facebook, dopo aver speso energie, tempo e (molti) soldi, ho dato il via alla campagna di raccolta fondi su Kickstarter. Ah, importante! Il film si chiama “Lovecraft’s Call of Cthuluh”. Ho scelto questo nome perché voglio far intendere proprio la fedeltà al racconto del Maestro. Non cito Innsmouth, ma è presente nello script e ha lo stesso peso del Richiamo.
La sfida ora è dura: ho 30 giorni di tempo per raccogliere… 25.000€ – venticinquemila euro, sì. È una cifra relativamente alta e al contempo realativamente bassa: con questo posso permettermi solo la pre-produzione del film, ovvero la realizzazione degli storyboard, tutti (tutti!) i concept di ogni personaggio, location, oggetto, ambiente, atmosfera, espressione e quant’altro (davvero, tutto!) e tutte (sì, tutte!) le voci. Ah, sarà realizzato ovviamente in lingua inglese e parteciperanno molti doppiatori professionisti dell’industria cinematografica americana, con cui sono in contatto da diverso tempo. E, ovviamente, un terzo sarà destinato alla creazione e alla spedizione delle ricompense! Non siamo qui a fare l’elemosina, e per ogni donazione abbiamo stabilito delle ricompense: dal semplice ringraziamento al download del film e della soundtrack originale, passando per cartoline e desktop wallpaper, da due tipi di poster (uno realizzato dal noto artista italiano Antonio De Luca!) alla maglia, dal bassorilievo realizzato in resina ad una statua – sempre in resina – del Grande Antico, fino a vetrate dipinte a mano! C’è di tutto per tutti. Vi è anche la possibilità di diventare produttori associati! Tanta bella roba, insomma. Per la realizzazione dell’intero film si parla di cifre un tantino più alte, ma ho stabilito un percorso in vari passaggi.

Abbiamo ripreso le stesse parole che Walter ha voluto rivolgere a noi, le stesse con cui ci ha raccontato la sua storia e il suo progetto. Ci è sembrato che fossero perfette perché niente che avremmo potuto scrivere di nostro pugno sarebbe stato in grado di far trasparire la passione che è stato in grado di trasmetterci.

Per quanto ci riguarda Lovecraft’s Call of Cthuluh è un qualcosa che merita di vedere la luce, per cui non possiamo fare a meno che rivolgerci a tutti gli amanti del genere e i lettori del nostro blog di contribuire, anche con una donazione minima perché insieme si può fare la differenza.

Vi lasciamo dunque il link al progetto kickstart dal quale potete scegliere il tipo di donazione e anche il gadget che volete ricervere per il vostro contributo.

15156819_1856637411234642_1459411654256379544_oConcludiamo, ricordandovi, che siamo sempre felici di aiutare simili progetti e che ci farà piacere, se Walter e il suo team vorranno, averli ancora qui fra un mese esatto a raccontarci dei risultati ottenuti e di come, grazie a tutti voi, il loro lavoro potrà essere finalmente premiato. Per ora, ringraziamo semplicemente di averci concesso una parte del loro tempo.

 

Gli Unholy ripropongono due dei loro migliori classici in vinile.

Il vinile, si sa, ha sempre una grande attrattiva soprattutto per gli appassinati di musica. E forse è proprio questo il motivo che ha spinto gli Unholy a ripubblicare due dei loro più grandi successi in questo meraviglioso formato.

Gli Unholy, formatisi nel 1988, sono fra le prime band del panorama doom metal finlandese. Nei loro primi anni, sotto il nome di Holy Hell, il loro stile era per lo più un mix di black/death/doom metal, ma si sono evoluti sperimentando uno stile doom metal atmosferico. Gli Unholy hanno registrato nel corso della loro carriera quattro album  prima di sciogliersi nel 2002 lasciando come eredità una grande influenza nella scena del doom metal tutt’oggi di grande importanza. Gli Unholy sono anche spesso riconosciuti fra i padri fondatori del sottogenere funeral doom metal.

VILELP677-Unholy-FromtheShadows-Mockup01
From the Shadows – Unholy
Peaceville -official store

From the Shadow – 22 settembre

“From the Shadows” è stato l’album di debutto della band e la sua prima edizione è uscita nel 1993. È famoso per le sue atmosfere dark che miscelano elementi del death e doom metal a inusuali e spesso avanguardistici arrangiamenti. Lo scopo era quello di sperimentare suoni e metodi per far sì che “From the Shadows” fosse pervaso da atmosfere di una tale forza da risultare uniche.

Ritroviamo “From the Shadows” in un doppio vinile.

VILELP678-Unholy-TSROP-the-second-ring-of-power
The Second Ring of Power – Unholy Peaceville -official store

The Second Ring of Power – 6 ottobre

 “The Second Ring of Power” è il secondo album in strudio della band  e ha visto la luce per la prima volta nel 1994 e ha continuato a mostrare questo approccio sperimentale ai confinii del doom metal  mischelato a insolite strutture atmosferiche che già era stato possibile vedere in “From the Shadows”.

Ritroviamo “The Second Ring of Power” in un doppio vinile.

Perfume – If you wanna – il nuovo singolo

Ritornano le Perfume e sono pronte a lanciare sul mercato il loro 24 singolo. Il disco uscirà il  30 agosto 2017 e avrà per titolo “If you wanna“.

Entrambe le edizioni limitate del CD sono comprensive di due brani “If you wanna” e “Everyday”,  più le loro versioni strumentali.

La prima delle due edizioni sarà accompagnata da un packaging speciale, di cui vi daremo moltoto presto notizie. All’interno è incluso un DVD che comprende il video di Everyday e il suo making of- e le performance di “TOKYO GIRL” e di  “Hoseki no Ame” dal “Perfume FES!!2017” al  Makuhari Messe di Chiba.

Anche nella seconda versione è incluso il video di Everyday, ma a differenza della precedente questa volta saranno presenti un filmato “Perfume View.

 

Vol.4: The War Il nuovo album degli EXO

Il 29 luglio è prevista l’uscita del quarto album degli EXO. L’album ha per titolo The War e per esso sono state realizzate una serie di trailer differenti con i diversi membri della band. Li abbiamo raccolti tutti e ve li proponiamo qui di seguito in una comoda playlist.

Cd Japan, il nostro fornitore ufficiale ha importato due versioni, disponibili per il preordine, quella coreana e quella cinese che potete visualizzare qui di seguito, entrambe accompagnate da un poster per quanto riguarda la first press.

EXO – vol.4 the war

We are X – arriva su CD Japan

Attesissimo in tutto il mondo il film dedicato alla carriera degli X Japan dopo aver sbancato i botteghini, lì dove è stata data la possibilità arriva finalmente in una versione disponibile per l’acquisto, per tutti coloro che non hanno avuto l’occasione di poter assistere alla visione cinematografica. Il film, lo ricordiamo, è stato diretto da Stephen Kijak ed ha girato per diversi cinema americani e perfino in Europa in città come Parigi, Londra, Torino e Barcellona.

Il film è ora disponibile in ben quattro diverse edizioni in Blu-ray e altre due in DVD, ognuna carica di diversi contenuti.

We are X – x Japan movie

TBR-27344D-we-are-x-collector-3bluray
We Are X Collector’s Edition [3 Discs] / X JAPAN
La prima edizione per collezionisti comprende un cofanetto con 3 dischi in versione Blu-ray. All’interno è possibile trovare una cartolina sorteggiata casualmente fra ben sette differenti alternative rappresentante uno dei membri degli x japan (YOSHIKI, Toshi, PATA, HEATH, SUGIZO, HIDE, TAIJI).
Il packaging della collector’s edition è stato studiato in modo tale da poter essere appeso al muro. Come la special edition,  in questa versione sono compresi due dischi extra con alcuni contenuti esclusivi dell’edizione giapponese come per esempio l’esibizione al piamo di YOSHIKI al Sundance Film Festival e la versione speciale di “WE ARE X ” presentata al X JAPAN LIVE 2017 at the WEMBLEY Arena in LONDON. I dischi bonus includono anche la performance di Kurenai e Forever Love al X JAPAN THE LAST LIVE del 31 dicembre 1997, l’intervista ai membri della band e alcune immagini inedite.

Sono presenti inoltre anche i trailer e gli spot televisivi.
 
TBR-27345D-bluray-collector-1disc
We Are X Collector’s Edition [1 Disc] / X JAPAN
 La seconda edizione da collezionisti, leggermente più economica della precedente, contiene un unico disco, quello con all’interno il film. Anche in questa versione è possibile trovare una cartolina sorteggiata casualmente fra ben sette differenti alternative rappresentante uno dei membri degli x japan (YOSHIKI, Toshi, PATA, HEATH, SUGIZO, HIDE, TAIJI).
Anche per questa edizione il packaging stato studiato con una modalità tale da poter essere appeso alla parete, ricordando un po’ una meravigliosa cornice. Una valida alternativa, insomma, se volete comunque qualcosa di raffinato e molto particolare.
TBR-27346D-we-are-x-special-bluray
We Are X Special Edition / X JAPAN

 Sempre in versione blu-ray è disponibile la special edition. Come nelle precedenti anche in questa edizione è possibile trovare una cartolina sorteggiata casualmente fra ben sette differenti alternative rappresentante uno dei membri degli x japan (YOSHIKI, Toshi, PATA, HEATH, SUGIZO, HIDE, TAIJI). In più comprende un booklet di ben 24 pagine.
Come la collector’s edition,  in questa versione sono compresi due dischi extra con alcuni contenuti esclusivi dell’edizione giapponese come per esempio l’esibizione al piamo di YOSHIKI al Sundance Film Festival e la versione speciale di “WE ARE X ” presentata al X JAPAN LIVE 2017 at the WEMBLEY Arena in LONDON. I dischi bonus includono anche la performance di Kurenai e Forever Love al X JAPAN THE LAST LIVE del 31 dicembre 1997, l’intervista ai membri della band e alcune immagini inedite.
Sono presenti inoltre anche i trailer e gli spot televisivi. 

TBR-27348D-we-are-x-bluray-reg
We Are X Standard Edition / X JAPAN

L’edizione regolare in versione bluray contiene un unico disco, quello con all’interno il film. Tuttavia è pur sempre presente, come nelle altre edizioni , la cartolina sorteggiata casualmente fra ben sette differenti alternative rappresentante uno dei membri degli x japan (YOSHIKI, Toshi, PATA, HEATH, SUGIZO, HIDE, TAIJI).

Sono presenti inoltre anche i trailer e gli spot televisivi.

TDV-27347D-we-are-xspecial-dvd
We Are X Special Edition / X JAPAN

Della special edition è presente anche una versione in formato DVD. Come nelle precedenti anche in questa edizione è possibile trovare una cartolina sorteggiata casualmente fra ben sette differenti alternative rappresentante uno dei membri degli x japan (YOSHIKI, Toshi, PATA, HEATH, SUGIZO, HIDE, TAIJI). In più comprende un booklet di ben 24 pagine.
Come la collector’s edition,  in questa versione sono compresi due dischi extra con alcuni contenuti esclusivi dell’edizione giapponese come per esempio l’esibizione al piamo di YOSHIKI al Sundance Film Festival e la versione speciale di “WE ARE X ” presentata al X JAPAN LIVE 2017 at the WEMBLEY Arena in LONDON. I dischi bonus includono anche la performance di Kurenai e Forever Love al X JAPAN THE LAST LIVE del 31 dicembre 1997, l’intervista ai membri della band e alcune immagini inedite.
Sono presenti inoltre anche i trailer e gli spot televisivi.

TDV-27349D-dvd-we-are-x
We Are X Standard Edition / X JAPAN

Infine vi è la versione regolare del film anche in formato DVD che, come in quella del formato bluray contiene un unico disco, quello con all’interno il film. Tuttavia è pur sempre presente, come nelle altre edizioni , la cartolina sorteggiata casualmente fra ben sette differenti alternative rappresentante uno dei membri degli x japan (YOSHIKI, Toshi, PATA, HEATH, SUGIZO, HIDE, TAIJI). Sono presenti inoltre anche i trailer e gli spot televisivi.

L’uscita è prevista in Giappone per la data dell’11 ottobre, ma è già possibile ordinare le proprie copie tramite CD Japan, cosa che consigliamo caldamente soprattutto se siete interessati al formato da collezione.

Constellation – Esprit D’Air L’album è ora sul mercato.

constellation-esprit-d-air-amazon-it
Constellations
Esprit D’Air
Buy on Amazon

Come già annunciato precedentemente, Constellations, il nuovo album degli Esprit D’Air, ha finalmente visto la  luce lo scorso 30 giugno. Dopo essersi riformati, la band sta dimostrando di portare avanti il proprio progetto con una forza sempre crescente. Rebirth il singolo che ha segnato il loro grande ritorno è stato subito seguito da Guiding Light entrambi accompagnati da un magnifico video. Recentemente gli Esprit D’Air hanno suonato al Camden Rocks e subito dopo hanno annunciato un tour previsto per il 2018 in tutto il Regno Unito.

Ora che Constellations è finalmente disponibile con i suoi riff melodici e le vocalità magiche è pronto ad accompagnare gli ascoltatori attraverso un viaggio nello spazio , offrendogli tutto ciò di cui ha bisogno per poter far conoscere gli Esprit D’Air al mondo intero.estrit-d-air

Il cavaliere d’inverno – Paullina Simons

il-cavaliere-d-inverno
Il cavaliere d’inverno
Paullina Simons

Titolo: Il cavaliere d’inverno
Autore: Paullina Simons
Casa Editrice: Bur Rizzoli / Sonzogno
Genere: storico romantico
Narrazione: terza persona

Ho appena finito questo romanzo e ho le lacrime agli occhi.
Oggi è il 22 Giugno 2017 e questo libro inizia il 22 Giugno 1941. Bella coincidenza!
Unione Sovietica, Leningrado, con lo scoppio della guerra la famiglia Metanov si mobilita. Mandano Pasha, fratello gemello di Tatiana in campeggio per preservarlo dal arruolarsi e dalla guerra. A Tatiana quasi diciassettenne (compirà i diciassette anni il 23 Giugno) verrà affidato il compito di comprare viveri. Ma la ragazza mentre aspetta il tram e mangia il gelato indossando il suo vestitino bianco con le rose rosse incontra Alexander, soldato ventiduenne dell’Armata Rossa.tatiana-il-cavaliere-dinverno.jpg
Tra i due scatta subito l’attrazione anche se Tatiana è ingenua e non capisce cosa sia quel sentimento. Alexander aiuta Tatiana a fare rifornimento di cibo e a portarlo a casa dove scopre che sua sorella maggiore Dasha e il soldato si frequentano. Alexander non voleva una storia seria con Dasha, lui, come tutti i soldati, si divertiva e basta con le ragazze ma Dasha si era innamorata di lui e Tatiana non voleva vederla soffrire. Difatti, per non ferire i sentimenti della sorella innamorata, Tatiana cercherà di nascondere al mondo i suoi sentimenti, perfino allo stesso Alexander che però amerà Tatiana alla follia.

“Tatiana” disse Alexander con la voce piena d’emozione. “Ti amo”
Lei chiuse gli occhi.
“Grazie” sussurrò.
Le sollevò il viso. “Non l’ho mai sentito dire da te”
Non può essere vero, pensò lei. Ho ripetuto queste parole ogni minuto di ogni giorno, da quando ci siamo incontrati.
“Ti amo, Alexander”
“Dimmelo ancora”
“Ti amo!” Lo abbracciò. “Ti amo da morire. Ma neanch’io te l’avevo mai sentito dire.”
“Sì Tatiana. Lo avevi sentito”.
Lei rimase in silenzio e trattenne il fiato. Passò un minuto interminabile.
“Sai perché lo so?” sussurrò lui.
“Perché?”
“Perché ti sei alzata da quella slitta”

Tatiana è un’anima pura, un angelo in terra.
Non si lamenterà mai del padre violento e ubriaco che la picchia, della madre che desidera la sua morte definendola la figlia inutile, della sorella che passa le mattine a letto invece di andare a prendere il razionamento di cibo e per la quale si priva del ragazzo che ama, della cugina fannullona. Divide il suo cibo con tutti, anche con i vicini a costo di non mangiare lei. In tutto questo solo Alexander la capisce, solo Alexander la proteggere anche se cerca di mantenere indifferenza quando non hanno privacy per non destare sospetti.

Alexander, verrò con te ovunque. Vuoi andare in America? Io dico di sì. Vuoi andare in Australia? Bene, ci vengo. In Mongolia? Nel deserto del Gobi? Nel Degestan? Sul lago Bajkal? In Germania? All’inferno? Io ti dico, quando partiamo? Dovunque tu andrai, io verrò con te. Ma se tu resti, allora resto anch’io.
-Tatiana

il-cavaliere-dinverno.jpegÈ una grande storia d’amore ma anche di guerra e sofferenza.
Vediamo i bombardamenti, le razioni di cibo sempre più piccole, la fame, la paura, i morti. Morti che si susseguono uno dopo l’altro. Vediamo Leningrado cambiare con la guerra (viene descritta molto bene la città tanto che mi pare di aver visto il posto anche se non sono mai stata a San Pietroburgo).
Vediamo Dimitri, l’amico con cui Alexander ha un conto in sospeso fare sempre più ricatti.
Vediamo la gente urlare e litigare. Vediamo la piccola Tatiana combattere con il peso del mondo sulle sue spalle, con l’amore verso Alexander nel cuore.

Erano nel fiume Kama, lei era a cavalcioni sulle sue spalle nude e aspettava che lui la lasciasse cadere in acqua. Lui però non si muoveva. “Cosa aspetti, Shura!” gli disse.
“Non vi penso nemmeno”, rispose. “Che razza di uomo sarei se mi lasciassi scappare una donna nuda che sta seduta sulle mie spalle?”
“Un uomo che soffre il solletico!” gridò Tatiana.

il-cavaliere-d-inverno-paSolitamente a me non piacciono i libri storici ma questo è molto di più.
Si entra nella vita di questi personaggi e li si vive come se si fosse presenti. A volte li si odia per dei comportamenti stupidi, li si loda per altri e ci si affeziona.
È un libro che ti cambia la vita. Potrei definirlo il più bel libro che abbia letto, perché senza dubbio lo è.
È un librone, sono quasi 700 pagine ed è diviso in quattro parti ma benché siano così tante pagine lascia il lettore incollato. Io l’ho letto in meno di una settimana, imponendomi la notte di andare a letto o sarei andata avanti a leggere fino alla mattina.
È un libro che consiglio a tutti, forse non alle più giovani per delle scene crude di guerra e sofferenza e per delle scene di sesso (ma non è un libro erotico, non scambiatelo per ciò che non è).
cavaliere-dinverno.jpgIl finale direi che è un cliffhanger, non si è risolto nulla.
La narrazione infatti prosegue con due libri (è un trilogia): Tatiana & Alexander e Il giardino d’estate, entrambi editi da Bur.

Addio, mia canzone sotto la luna e mio respiro, mie notti bianche e giorni d’oro, mia acqua fresca e mio fuoco. Addio. Che tu possa trovare conforto e una vita migliore e, quando l’alba occidentale illuminerà ancora una volta il tuo viso adorato, sii certa che quello che ho sentito per te non è stato invano. Addio… e abbi fede, mia dolce Tatiana.

ANATHEMA: NEW DATES ANNOUNCED FOR UPCOMING HEADLINE TOUR

Who is the optimist? Elements of our psyche? Of yours? The part of us that secretly yearns for escape? For meaning? For a reason? Would you like to know more? Well why don’t you come and find out?
Daniel Cavanagh, Anathema

Anathema, recording artists of Peaceville sister label Kscope, following a phenomenal set at last weekend’s Download Festival, have announced their headline tour of the UK in September, in support of their brand new album The Optimist. They’ll be heading to Glasgow, Belfast, Dublin, Manchester, Sheffield, Bristol, Exeter and London where they will be joined by be accompanied by French blackgaze pioneers Alcest.


For all live shows (incl. summer festivals, headline tours in Latin America, North America, Europe & Australia) plus ticket details head to https://www.facebook.com/anathemamusic

anathema-the-optimist
Anathema official store

Anathema’s eleventh full-length The Optimist was released on 9th June through Kscope, where the ambient rockers revealed some of the darkest, most challenging and unexpected music the sextet have put their name to and has garnered some incredible reviews.

Anathema recorded The Optimist in the winter of 2016 at Castle Of Doom studios in Glasgow with producer Tony Doogan [Mogwai, Belle & Sebastian, Super Furry Animals] at the helm and was mastered at the legendary Abbey Road Studios.

“The album of their career thus far.” Prog Magazine – Album Of The Month
“The Optimist showcases the blissful chemistry that now exists within this particular line up” Classic Rock Magazine
“The Optimist delivers on every level” Metal Hammer Magazine
“‘a band finding new ways to be magnificent so far into their career” Kerrang! Magazine
“One gorgeous Artrock pearl string to another…the intensity and the narrative are so enthralling and coherent as they haven´t been for years…” Rock Hard DE
“It whirs and shimmers combined with wide instrumental parts (Springfield) which seem to extend to the horizon…a record for every circumstances / living situations.” Metal Hammer DE
“Hard to resist to Anathema’s wealth music which seduces above all by its unique beauty, its depth and more, its unfailing authenticity. ” Rock Hard France
“Everything you can expect from Anathema: long intermezzo’s, brightly produced and beautiful melodies” Aardschok NL
“Along with the great songwriting is the epic vocal performances and the stunning production. Needless to say, this album is about as close to perfect as anything that’s come out in 2017 so far.” Ultimate Guitar

Fans can check out the song “Springfield”:

BUY NOWLISTEN

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: