Stanca

Sto pensando che le persone abbiano il sacrosanto diritto di dire come la pensano su questa situazione. Parliamo del lavoro, io lo cerco, ma vorrei anche che dall’altra parte ci fosse una concezione di rispetto.  Nel mio primo lavoro ero poco più che maggiorenne. Era un negozio, un negozio di vestiti, vestiti anche di un certo costo, non certo quelli che compro abitualmente per me (cinesi, sì io compro dai cinesi e non mi vergogno di dirlo).  I miei vestiti non andavano bene. Avrei dovuto indossare qualcosa di un po’ più di qualità tanto che con il primo stipendio alla fine comprai qualcosa in quello stesso negozio, che mi servì a poche perché il mese successivo già non lavoravo più lì, ma questi son dettagli. Avrei dovuto fare la commessa, ma in realtà facevo la facchina da un negozio all’altro a spostare merci, recuperare merci, riportare indietro merci, pulivo vetri e pulivo bagni, quello era in realtà il mio impiego. Fui accusata di non vivere il negozio, quando principalmente questa possibilità non mi veniva data. Dovevo arrampicarmi su una scala cadente e per nulla stabile. Mi mandarono via dopo un mese.

Ho lavorato in un una libreria e lì, mi è piaciuto, ma è durato poco perché era un lavoro a tempo determinato.

Ho lavorato in un call center, in un mese 200 euro non li ho visti, il secondo ancora devo sapere quanti saranno, ma probabilmente nemmeno la metà.

Sto mandando curriculum, mi sento contestare il carattere, il fatto che non ho esperienza e il fatto che quel determinato lavoro non l’accetto perché sono stanca di spaccarmi la schiena per poi non vedere risultati, sì, lì forse ho sbagliato anche io a far proprio richiesta. Sono stata ingannata dalla promessa di incentivi, ma quegli incentivi poi non sono realmente tali perché ovviamente li danno a determinate condizioni.

Mi scoccia però e anche tanto dovermi sentire rinfacciare di non voler lavorare. Solo perché un lavoro lo vorrei serio. Solo perché non me la sento di essere quel tipo di persona che diventa pesante con la gente. Ma a dire la verità sono stanca perfino di cercarlo il lavoro. Sono stanca di ricevere sempre le stesse risposte e sono stanca della gente che parla e che non sa…  Sono stanca anche di alzarmi dal letto e guardarmi allo specchio. Sono stanca anche della gente che giudica i lavori degli altri perché non sa che significa lavorare o cercare di lavorare. Sono stanca di quelli che vivono nei loro mondi perfetti e che credono che tutto sia facile e che a loro tutto sia dovuto.  Sono stanca di quelli che ti rinfacciano una scelta di quelli che ti dicono “Se avevi la laurea il lavoro lo trovavi.” perché non sanno a cosa siano dovute le tue scelte, sul perché le hai prese e come ti senti in merito a quelle.

Vorrei avere almeno una buona notizia. Una che non sia rovinata da tutto il resto.
Perché di tutto il resto SONO STANCA.

Annunci

What do you think?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...